6. Genere & benessere

Questo post fa parte della serie Oltre la distanza - Controguida 20/21.

SPAZIO DI ASCOLTO

Lo spazio di ascolto è un servizio gratuito rivolto a tutta la comunità universitaria, studenti compres_. Durante il percorso universitario possono presentarsi difficoltà quali stress, disagi, malessere psico-fisico, difficoltà ambientali e relazionali ecc. Lo sportello di ascolto offre gratuitamente supporto e accompagnamento all’analisi e alla gestione di queste difficoltà. Il servizio prevede un ciclo di colloqui, fino a un massimo di cinque, con psicologi abilitati alla psicoterapia, specialisti e specializzandi della Scuola di Psicologia.

Covid alert In questi mesi di emergenza sanitaria i colloqui si sono svolti a distanza. Per accedere ai colloqui è necessario compilare un modulo online, che permette di essere ricontattat_ tempestivamente, per concordare un incontro e ricevere istruzioni per il collegamento.

https://www.unito.it/servizi/lo-studio/supporto-psicologico/spazio-di-ascolto-di-ateneo

L’erogazione del supporto psicologico può proseguire con il servizio di Counseling, su consiglio degli specialisti dello Spazio di Ascolto o su scelta dell_ studente, nel caso dovesse manifestare la necessità di continuare il percorso di ascolto e sostegno.

https://www.unito.it/servizi/lo-studio/supporto-psicologico/counseling

CUG

Il Comitato Unico di Garanzia è l’organo che si occupa di creare un ambiente di studio e lavoro libero da discriminazioni di genere, etnia, età, disabilità o orientamento sessuale, cercando di perseguire la paritarietà nelle relazioni di studio, lavoro e socialità all’interno dell’università. Materialmente si occupa di rimuovere gli ostacoli che impediscono il benessere in università.

La Consigliera di Fiducia è una professionista che si occupa di ricevere segnalazioni di disagi, violenze, discriminazioni o altre difficoltà legate a rapporti di disparità vissuti da studenti o lavorat_. Attraverso la mail consiglieradifiducia@unito.it o al numero di telefono 011 6704369 puoi segnalare le tue difficoltà. Ti verrà garantito un percorso di ascolto e confronto orizzontale in cui scegliere insieme alla Consigliera le modalità con cui affrontare la tua esperienza.

Se subisci violenze, discriminazioni, molestie, mobbing o altre forme di denigrazione e disagio questo è lo spazio predisposto dall’università per affrontarlo in maniera sicura e completamente gratuita. All’interno del Cug sono presenti anche due rappresentanti de_ studenti.

CARRIERA ALIAS

L_ studenti che stanno affrontando o vogliano intraprendere un percorso di transizione di genere possono usufruire della cosiddetta carriera alias . UniTo riconosce all’interno dei servizi informatici la nuova identità di genere e il nuovo nome scelto durante il percorso di studi. L_ studenti dovrà rivolgersi al Cug esibendo un certificato che segnali l’attivazione di un percorso presso strutture sanitarie che si occupano di disforia di genere. Sottoscrivendo un accordo confidenziale congiunto tra richiedente e il Servizio Didattica si procede con l’assegnazione di un nuovo tesserino con la nuova identità.

Da anni chiediamo che sia possibile accedere alla carriera alias senza passare necessariamente per la medicalizzazione del percorso di transizione, riconoscendo più che valida la semplice autodeterminazione delle soggettività trans, fluide o non binarie. L’anno scorso, attraverso la campagna Studenti sull’Orlo di una Crisi di Nervi, abbiamo ottenuto che il Cug iniziasse una riforma del regolamento carriere alias e continueremo ad attivarci finché il percorso non sarà completamente accessibile. Oltre alla carriera alias puntiamo ad ottenere spazi maggiori per l’educazione alle tematiche di genere e bagni agender in tutti i poli universitari, perché crediamo in un’università che non lasci indietro nessun_.

https://www.unito.it/avvisi/unito-tutela-i-soggetti-transizione-di-genere-con-il-regolamento-la-gestione-di-una-carriera

{{ message }}

{{ 'Comments are closed.' | trans }}