Cover programma%20%281%29

1. DIDATTICA

Dad, lezioni, materiali

Crediamo che non siano più tollerabili, soprattutto a seguito di questa esperienza pandemica che ci ha costrettə all’online, insegnamenti erogati esclusivamente attraverso presentazioni PowerPoint, schede riassuntive, foto/scannerizzazioni di libri, e simili: possono certamente essere utili strumenti per accompagnare la spiegazione delle lezioni o per integrarla, ma non devono diventare l’unica forma di erogazione della didattica, che dev’essere invece completa e interagibile. Non è neanche accettabile che non venga aggiornato il materiale del corso o non siano preparate nuove lezioni, semplicemente caricando audio/video-lezioni degli anni precedenti: riteniamo necessario un rinnovamento annuale della didattica.

Troviamo irragionevole che lə docenti si rifiutino di registrare le lezioni online o, una volta registrate e caricate, di lasciarle disponibili almeno per un certo periodo di tempo. Non tuttə lə studenti riescono a seguire costantemente i corsi, per le più svariate ragioni (connessione debole, lavoro, motivi personali o familiari, imprevisti, ecc.), e non devono essere per questo penalizzatə. Soprattutto nella situazione in cui versiamo da più di un anno è necessario e corretto venirsi incontro. Inoltre, in relazione alla possibilità da parte dellə docenti di verificare la presenza alle lezioni online, proprio per i motivi riportati sopra chiediamo maggiore flessibilità e comprensione. Crediamo che debbano essere stabilite delle regole uniformi al riguardo, non decise dallə docenti singolarmente, per evitare che si creino corsi di serie A e di serie B.

Un atteggiamento poco attento e comprensivo è stato, a nostro avviso, quello nei confronti dellə studenti del Corso di Global Law: questo è infatti frequentato da moltə studenti stranierə che non risiedono in Italia e quindi, per seguire le lezioni agli orari definiti nel calendario didattico, sarebbero costrettə a collegarsi anche di notte o in primissima mattinata a causa del fuso orario. Il problema non si porrebbe se lə docenti caricassero online le lezioni e lasciassero quantomeno il tempo necessario per permettere a questə studenti (ma anche ad altrə con eventuali problemi di connessione) di recuperarle, ma così non è. Crediamo che in un'Università che pretende di avere respiro internazionale e si dice inclusiva sia necessario tenere adeguatamente in considerazione anche queste esigenze.

Inoltre, riteniamo opportuno che vengano definite delle linee comuni a tuttə lə docenti per quanto riguarda le comunicazioni e il caricamento dei materiali: soprattutto nell’ultimo anno (ma è un problema più risalente) c’è stata molta confusione e disorganizzazione nel dare avvisi (su lezioni, esami, programmi, ecc.), oltre che una frequente mancanza di tempestività. Di quest’ultima hanno risentito soprattutto gli esami, le cui modalità e tempistiche talvolta venivano comunicati con scarso preavviso, non permettendo allə studenti di prepararsi al meglio in relazione alle modalità previste.

> 2. DIDATTICA

> INDICE

{{ message }}

{{ 'Comments are closed.' | trans }}