Medici Senza Bandiere – Programma elettorale 2019

Il nostro programma in formato PDF

Didattica

Cosa abbiamo fatto:

  • Nuovo ordinamento del corso di studio: riduzione delle materie pre-cliniche al minimo dei crediti possibili da regolamenti ministeriali, inizio anticipato della clinica e del tirocinio, utilizzo della media aritmetica e aumento delle premialità per il calcolo del punteggio della laurea.
  • Difesa degli e delle studenti dal mancato rispetto del regolamento didattico, ad esempio sul salto d’appello.
  • Creazione del progetto “Tutorato clinico”: il progetto nasce in seno ai collettivi medici per implementare le possibilità di acquisizione di competenze pratiche e cliniche, con laboratori su esame obiettivo generale, lettura di ECG, corsi di sutura e molti altri.
  • Didattica alternativa: assemblee su diversi argomenti, come legge Basaglia, intersessualità, nutrizione, impatto di nuove leggi come il dl Sicurezza e Immigrazione sul diritto alla salute, il cui approfondimento riteniamo necessario.

Cosa vogliamo fare:

  • monitoraggio del nuovo ordinamento: sebbene globalmente positivo, è necessario un confronto con gli/le studenti su criticità riscontrabili e una loro risoluzione.
  • implementazione della piattaforma e-learning e integrazione di didattica online e frontale, per rendere sostenibile una partecipazione attiva alle lezioni in aula.
  • integrazione del curriculum standard del corso con ADE e seminari che diano strumenti aggiuntivi per la tutela del benessere globale dell’individuo su diversi argomenti attualmente mancanti, come l’antropologia medica e la sessuologia..
  • implementazione del “Tutorato clinico”.

Tirocini

Cosa abbiamo fatto:

  • Obiettivi chiari e conosciuti dallo/dalla studente sul libretto dei tirocini.
  • Questionario dei tirocini.
  • Ottenimento di un tavolo con UniTo per la scrittura di un regolamento dei tirocini.
  • Sensibilizzazione a docenti e studenti delle discriminazioni e molestie subite sui luoghi della formazione.

Cosa vogliamo fare:

  • monitoraggio del reale raggiungimento degli obiettivi formativi di ogni tirocinio.
  • scrittura e approvazione del regolamento dei tirocini: garanzia di un numero massimo di ore, numero massimo di studenti per tutor, sistema di denuncia anonimo di discriminazioni e molestie, rimborso spese per il tirocinio, accesso facilitato al servizio mensa ospedaliero.

Internazionalità

Cosa abbiamo fatto:

  • Ottenimento di borse da 600 e 400 euro in base a ISEE invece di 230/280 euro.
  • Stanziamento di nuove borse da parte del Dipartimento di Scienze mediche.
  • Assemblee informative prima del bando e della partenza.

Cosa vogliamo fare:

  • Aumento del numero di borse e di mete previste per il nostro corso di studio.
  • Corsi di lingue accessibili economicamente per il bando Erasmus+.

Spazi

Cosa abbiamo fatto:

  • Apertura della nuova aula studio in via Galliari.

Cosa vogliamo fare:

  • Mensa per gli/le studenti del polo clinico-scientifico in spazi del Comune o di UniTo attualmente inutilizzati.
  • Lunch-room dotata di microonde e di frigorifero, utilizzabile in aula studio, negli orari fuori dai pasti, oltre a quella negli spazi per studenti nella palazzina di Odontoiatria.
  • Aumento complessivo delle postazioni studio.
  • Aumento degli orari di apertura delle biblioteche e delle aule studio esistenti.
  • Possibilità di accessibilità costante ai nuovi spazi del simulatore.
  • Collaborazione con UniTo nella costruzione del nuovo polo didattico all’interno della Città della Salute e della Scienza.

Ambiente

  • Raccolta differenziata reale e capillare.
  • Minor dispendio energetico nelle sedi dell’Università e ospedaliere.
  • Azioni di sostenibilità ambientale, con creazione di fontanelle e punti Smat, disponibilità di una borraccia e di alternative alla plastica, capillarizzazione dei punti ToBike e creazione di parcheggi per biciclette..

Benessere psico-fisico-sociale

  • Monitoraggio del funzionamento dello sportello psicologico.
  • Sensibilizzazione della popolazione docente del disagio psicologico degli/delle studenti di medicina, già iniziato a documentare da alcuni studi.
  • Creazione di un festival sulla salute psico-fisica-sociale individuale e collettiva e sull’accessibilità alle cure.

Post-laurea

Cosa abbiamo fatto:

  • Collaborazione a un percorso nazionale per la creazione di una laurea abilitante.
  • Assemblee su abilitazione e post-abilitazione, in particolare su fiscalità, iscrizione all’albo, all’Enpam e su specialità.
  • Ottenimento dello stanziamento di 2 milioni di euro da parte della Regione Piemonte per nuove borse di specialità.

Cosa vogliamo fare:

  • Reale laurea abilitante
  • Stanziamento di un maggiore numero di borse di specialità.
  • Fasciazione per ISEE delle tasse del corso di specialità a UniTo.

About Studenti Indipendenti

Siamo gli studenti e le studentesse dei collettivi universitari di Torino, ci battiamo per un'Università pubblica e di qualità, contro qualsiasi forma di repressione e sfruttamento, per una società anti-razzista, anti-sessista, anti-fascista, libera ed egualitaria. In università, in città, servi/e di nessuno!

I commenti sono chiusi