Collettivi di Scienze – Programma elettorale 2019

Il nostro programma in formato PDF

Didattica

  • Inserimento di un TARM specifico per i corsi di studio scientifici con corsi propedeutici non obbligatori e modulabili sulle conoscenze necessarie per poter superare i primi esami;
  • Monitoraggio attivo del passaggio di alcuni corsi da trimestri a semestri: verificarne il successo del superamento dei nuovi esami, quantificare un eventuale aumento degli abbandoni, proporre più prove intermedie ed esoneri;
  • Aumento del numero di appelli, con almeno 5 appelli minimi garantiti sulle nuove sessioni, nel rispetto del regolamento didattico vigente;
  • Garanzia di una sessione di appelli (ordinaria o straordinaria) prima di ogni sessione di laurea
  • Orientamento in uscita per il passaggio dalla triennale alle magistrali e verso le possibilità di ricerca e lavoro post-laurea;
  • Organizzazione dei corsi partecipata dagli/dalle studenti: costruzione trasparente e congiunta dei corsi che vengono somministrati, monitoraggio di quelli che non funzionano, proposte attive di corsi che rispecchino l’interesse degli/delle studenti
  • Progettare dei corsi di studio triennali che offra maggiore scelta verso magistrali di dipartimenti affini.

Spazi

  • Mensa per gli/le studenti del polo scientifico: proposta di utilizzo di spazi del Comune di Torino o di UniTo attualmente inutilizzati da riconvertire in una mensa accessibile a tutti/e.
  • Lunch-room dotata di microonde e di frigorifero, utilizzabile in aula studio, negli orari fuori dai pasti.
  • Aumento delle biblioteche e delle aule studio.
  • Aumento degli orari di apertura delle biblioteche e delle aule studio esistenti.
  • Dialogo con il dipartimento di fisica riguardo le aule di informatica, spesso prive di computer funzionanti e nelle quali si sta scegliendo di passare a Windows con maggiori spese per l’Ateneo e problemi per gli/le studenti.
  • Collaborazione con UniTo nella costruzione del nuovo polo scientifico localizzato a Grugliasco.
  • Raccolta differenziata reale e capillare, minor dispendio energetico e attenzione al tema ambientale in Università.

Società

  • Promozione di attività didattiche alternative che intersechino le conoscenze del nostro ambito con le problematiche della società.
  • Valutazione dell’incidenza delle condizioni socio-economiche degli/delle studenti sul percorso di studio e sulla possibilità di abbandono degli studi/di laurea fuori-corso.
  • Aumento della No-Tax Area nei corsi scientifici.

About Studenti Indipendenti

Siamo gli studenti e le studentesse dei collettivi universitari di Torino, ci battiamo per un'Università pubblica e di qualità, contro qualsiasi forma di repressione e sfruttamento, per una società anti-razzista, anti-sessista, anti-fascista, libera ed egualitaria. In università, in città, servi/e di nessuno!

I commenti sono chiusi